Conoscere la vipera anche per non avere problemi nelle escursioni VIDEO


Anche questa è natura: la vipera è un animale molto diffuso in Italia (non c’è soltanto in Sardegna) e in parte dell’Europa (dai Pirenei a una piccola parte della Germania, passando per tutto il centro-sud della Francia, la Svizzera occidentale). Tra i rettili è probabilmente uno dei più visibili perché il suo metabolismo la porta ad essere meno ‘accorta’ di altri serpenti, che fuggono dall’uomo molto prima di essere visti. La vipera ha un andamento non veloce e un po’ goffo. Contrariamente a quanto si pensa non è aggressiva e fugge appena si accorge della nostra presenza. Morde quando viene disturbata. Semplici cautele, come osservare bene il terreno o le rocce prima di appoggiarvisi, fare un po’ di rumore, servono ad evitare spiacevoli Continua la lettura di Conoscere la vipera anche per non avere problemi nelle escursioni VIDEO

Alla scoperta di Yellowstone, un viaggio nel primo Parco nazionale del mondo

Yellowstone è il più antico Parco nazionale del mondo, fondato nel 1872, e dal 1978 è parte del Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Si trova nello sperduto west americano, nordovest del Wyoming (sconfinando in piccola parte in Montana e Idaho), occupando una bella fetta delle Montagne Rocciose. Si tratta di uno straordinario ecosistema intatto (uno dei pochi della zona temperata della terra), ricco di geyser(408), sorgenti calde e altre zone geotermiche. In alcuni casi i geyser offrono spettacoli incredibili, come l’Old Faithful che è così puntuale nelle sue ‘esplosioni’ da permettere di pubblicare una tabella più affidabile dell’orario dei treni. Sotto il Parco di Yellowstone ‘cova’ quello che viene definito un ‘supervulcano’ di classe 1, il massimo della potenza Continua la lettura di Alla scoperta di Yellowstone, un viaggio nel primo Parco nazionale del mondo

Finlandia, dove vedere gli orsi restando nascosti in una fiabesca capanna di tronchi

OrsoCareliaFin104Dove vedere gli orsi in quantità, totalmente liberi e immersi nella natura? In Finlandia! Il viaggio di cui parliamo in questa occasione comporta un solo grande rischio, bisogna dirlo: non è facile, infatti, resistere alla tentazione di saltare fuori dalle cabine di osservazione per buttare le braccia al collo di questo meraviglioso pupazzone bruno che ti ritrovi a pochissimi metri dal naso… Ironia a parte, i grandi animali affascinano sempre tutti, grandi e piccini. Spesso, siamo bloccati dalla prospettiva del lungo viaggio (soprattutto in questi tempi), dalla difficoltà di raggiungere le zone in cui vivono liberi questi animali, dai costi. Ma i grandi animali sono anche in Europa. E in alcuni luoghi sono straordinariamente facili da incontrare. In Finlandia, ad esempio, dove vedere gli orsi, i lupi, i ghiottoni, gli alci è davvero semplice… Come fare? Andando in strutture che concettualmente ricordano i nostri ‘agriturismo’. Ogni Continua la lettura di Finlandia, dove vedere gli orsi restando nascosti in una fiabesca capanna di tronchi

Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Da un mese circa si è risvegliata dopo l’ibernazione invernale. E’ la marmotta, uno degli animali più diffusi e facili da osservare in montagna, un simbolo della fauna alpina che chiunque faccia una passeggiata sopra i 1500 metri può osservare. Tipica delle praterie alpine, la simpatica, buffa e bellissima marmotta vive quindi dove non ci sono più alberi, in zone erbose intercalate da massi o arbusti. Preferisce le zone più calde (per quei territori) e soleggiate. Essendo un animale sociale, sono frequenti gli avvistamenti di giochi o piccole zuffe come nella gallery – realizzata a fine aprile nella Valle Gesso della Barra, Parco delle Alpi Marittime, sulle Alpi occidentali – che potete sfogliare al fondo dell’articolo. Questo è il periodo degli accoppiamenti. Il parto avverrà poi a giugno, in tempo per Continua la lettura di Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Una coppia di Morette: l'osservazione dell'avifauna in primavera attira famiglie e appassionati
Una coppia di Morette: l’osservazione dell’avifauna in primavera attira famiglie e appassionati

E’ boom per il turismo naturalistico in Italia. I viaggi – di varia durata – legati alla natura, al verde e all’aria aperta conquistano numeri davvero straordinari, sia in termini assoluti che paragonati alla situazione di molti altri settori economici: +21% del fatturato che nel 2014 raggiunge la cifra di 11,9 miliardi, con 102 milioni di presenze. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti basata sui rapporti Ecotur dal 2007 ad oggi, che prevede un’ulteriore crescita per il 2015. Sono soprattutto due gli elementi che contribuiscono a spiegare questo boom: l’accresciuta sensibilità e passione per la natura e gli effetti della crisi, quindi la necessità/volontà di ricercare soluzioni più abbordabili e sostenibili per quello che riguarda i costi. E la stagione che stiamo vivendo, la primavera, è la privilegiata per Continua la lettura di Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Suricati o meerkat: come e dove vederli nel deserto del Kalahari

Il suricato – o meerkat, gatto di lago, in boero – è uno di quegli animali che conquistano immediatamente tutti: le posizioni, lo sguardo, le abitudini… ogni dettaglio etologico o fisiologico sembra perfetto per strappare un sorriso, come potete vedere nelle immagini della gallery al fondo dell’articolo. I suricati o meerkat sono diffusi nel deserto del Kalahari, tra Sudafrica, Botswana e Namibia, nel Namib Desert e in Angola, il sucirato è un piccolo e buffo carnivoro della famiglia della manguste. Si nutre di scoprioni soprattutto, ma anche di serpenti, lucertole, ragni, millepiedi e centopiedi… Per sapere tutto di queste bestiole e vederle da vicino, senza problemi e saziandosi di meraviglia, bisogna andare nella zona del deserto di Kalahari. Ci sono poi due possibilità straordinarie: la prima è quella di immergersi nel progetto di ricerca che si svolge in una zona estrema del Sudafrica, il Meerkat (nome boero del suricato, significa gatto di lago/mare) Project oppure sostare  al Kalahari Trails, dov’è possibile anche pernottare, creato e gestito dall’etologa gallese Anne Rasa, allieva di Konrad Lorenz ovvero il maestro dell’etologia Continua la lettura di Suricati o meerkat: come e dove vederli nel deserto del Kalahari

Sorgenti del Belbo: dove l’Alta Langa diventa regno delle orchidee

BelboSorgens107Riserva naturale delle Sorgenti del Belbo significa soprattutto orchidee selvatiche, 350 specie di fiori in generale, fauna, natura incontaminata e luoghi ricchi di storie. Questa riserva gestita dal Parco naturale del Marguareis è un’altra chicca non abbastanza conosciuta del patrimonio naturale italiano che vale la pena visitare e scoprire con calma. Intanto, si trova al culmine dell’Alta Langa, l’estremità sud della terra oggetto dei romanzi di Cesare Pavese – che poco più a valle della Riserva, a Santo Stefano Belbo, nacque – e Beppe Fenoglio: fu terra di grande povertà, è ancora terra dura, luogo di fatica ma anche di natura selvaggia e affascinante, uno scrigno di biodiversità. Per immergersi al meglio in questo clima, in questa cultura, in queste tradizioni un giro sul sito Alta Langa, ultima frontiera è utilissimo e davvero interessante. Continua la lettura di Sorgenti del Belbo: dove l’Alta Langa diventa regno delle orchidee

Operazione Rondò, ecco come aiutare Forestale e Lipu a censire le rondini

La primavera sta rapidamente mettendosi in moto. Ovunque giriamo la testa ce ne accorgiamo: fiori, germogli, uccelli… E sono più frequenti anche le ‘uscite’, le gite, le escursioni, i weekend, i viaggi. E le rondini, che della primavera sono uno dei simboli più popolari, sono al centro del progetto realizzato dal Corpo forestale dello Stato e dalla Lipu (Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli), che pone l’attenzione sulla tutela del loro ambiente di vita, coinvolgendo tutti noi. L’obiettivo è quello di provare a contrastare il declino della loro presenza attraverso la scoperta e la conoscenza delle diverse specie che attraversano i nostri cieli. Negli ultimi 10 anni, infatti, la Continua la lettura di Operazione Rondò, ecco come aiutare Forestale e Lipu a censire le rondini

Stranezze della (nostra) natura: sfinge del Galio/insetto colibrì

La natura tutta, anche quando ci sembra inesistente nei pressi o dentro i grandi agglomerati urbani, offre in qualunque momento e in qualunque luogo la possibilità di vedere o scoprire meraviglie e stranezze: bisogna guardare con attenzione il mondo che ci circonda, osservare e notare dettagli e movimenti. Alla voce ‘stranezza’ possiamo certamente classificare anche questo buffo insetto, così colorato e inusuale nelle forme da ricordarci il protagonista di qualche cartone animato (gallery a fondo articolo). Viene identificato come insetto colibrì o farfalla colibrì, mettendo così insieme gli esseri che ci può ricordare: la farfalla, meglio la Continua la lettura di Stranezze della (nostra) natura: sfinge del Galio/insetto colibrì

Sorpresi dai colibrì nello sperduto sud Utah, tra Zion NP e Bryce Canyon

Se viaggi in mezzo a un documentario, a un sogno, come può essere mentre guidi tra il Grand Canyon e lo Zion NP, tra Arizona e sud Utah, sulla strada che poi ti porterà al Bryce Canyon, non pensi certo di farti sorprendere dalla meraviglia durante la sosta a un motel/benzinaio. Invece, capita. In questi luoghi può capitare qualunque cosa, naturalisticamente parlando. Capita a Mount Carmel, all’incrocio tra la statale 89 e la 9, per la precisione. Qui, la natura e il nulla vengono interrotti da un benzinaio con annesso motel (e campo da golf!), il Best Western East Zion Thundebird Lodge, fondato negli anni ’20 del ‘900 (all’inizio solo benzinaio, poi benzinaio e cucina, quindi anche motel) da una famiglia di immigrati svedesi – i cui eredi gestiscono ancora oggi la struttura – arrivata qui per fuggire dalla fame. Nel porticato in legno sono appesi ‘abbeveratoi’ con acqua e zucchero, per i numerosi colibrì della zona e alla sera lo spettacolo è straordinario. Si viene praticamente circondati da questi Continua la lettura di Sorpresi dai colibrì nello sperduto sud Utah, tra Zion NP e Bryce Canyon