Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Da un mese circa si è risvegliata dopo l’ibernazione invernale. E’ la marmotta, uno degli animali più diffusi e facili da osservare in montagna, un simbolo della fauna alpina che chiunque faccia una passeggiata sopra i 1500 metri può osservare. Tipica delle praterie alpine, la simpatica, buffa e bellissima marmotta vive quindi dove non ci sono più alberi, in zone erbose intercalate da massi o arbusti. Preferisce le zone più calde (per quei territori) e soleggiate. Essendo un animale sociale, sono frequenti gli avvistamenti di giochi o piccole zuffe come nella gallery – realizzata a fine aprile nella Valle Gesso della Barra, Parco delle Alpi Marittime, sulle Alpi occidentali – che potete sfogliare al fondo dell’articolo. Questo è il periodo degli accoppiamenti. Il parto avverrà poi a giugno, in tempo per Continua la lettura di Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Una coppia di Morette: l'osservazione dell'avifauna in primavera attira famiglie e appassionati
Una coppia di Morette: l’osservazione dell’avifauna in primavera attira famiglie e appassionati

E’ boom per il turismo naturalistico in Italia. I viaggi – di varia durata – legati alla natura, al verde e all’aria aperta conquistano numeri davvero straordinari, sia in termini assoluti che paragonati alla situazione di molti altri settori economici: +21% del fatturato che nel 2014 raggiunge la cifra di 11,9 miliardi, con 102 milioni di presenze. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti basata sui rapporti Ecotur dal 2007 ad oggi, che prevede un’ulteriore crescita per il 2015. Sono soprattutto due gli elementi che contribuiscono a spiegare questo boom: l’accresciuta sensibilità e passione per la natura e gli effetti della crisi, quindi la necessità/volontà di ricercare soluzioni più abbordabili e sostenibili per quello che riguarda i costi. E la stagione che stiamo vivendo, la primavera, è la privilegiata per Continua la lettura di Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Suricati o meerkat: come e dove vederli nel deserto del Kalahari

Il suricato – o meerkat, gatto di lago, in boero – è uno di quegli animali che conquistano immediatamente tutti: le posizioni, lo sguardo, le abitudini… ogni dettaglio etologico o fisiologico sembra perfetto per strappare un sorriso, come potete vedere nelle immagini della gallery al fondo dell’articolo. I suricati o meerkat sono diffusi nel deserto del Kalahari, tra Sudafrica, Botswana e Namibia, nel Namib Desert e in Angola, il sucirato è un piccolo e buffo carnivoro della famiglia della manguste. Si nutre di scoprioni soprattutto, ma anche di serpenti, lucertole, ragni, millepiedi e centopiedi… Per sapere tutto di queste bestiole e vederle da vicino, senza problemi e saziandosi di meraviglia, bisogna andare nella zona del deserto di Kalahari. Ci sono poi due possibilità straordinarie: la prima è quella di immergersi nel progetto di ricerca che si svolge in una zona estrema del Sudafrica, il Meerkat (nome boero del suricato, significa gatto di lago/mare) Project oppure sostare  al Kalahari Trails, dov’è possibile anche pernottare, creato e gestito dall’etologa gallese Anne Rasa, allieva di Konrad Lorenz ovvero il maestro dell’etologia Continua la lettura di Suricati o meerkat: come e dove vederli nel deserto del Kalahari

Sorgenti del Belbo: dove l’Alta Langa diventa regno delle orchidee

BelboSorgens107Riserva naturale delle Sorgenti del Belbo significa soprattutto orchidee selvatiche, 350 specie di fiori in generale, fauna, natura incontaminata e luoghi ricchi di storie. Questa riserva gestita dal Parco naturale del Marguareis è un’altra chicca non abbastanza conosciuta del patrimonio naturale italiano che vale la pena visitare e scoprire con calma. Intanto, si trova al culmine dell’Alta Langa, l’estremità sud della terra oggetto dei romanzi di Cesare Pavese – che poco più a valle della Riserva, a Santo Stefano Belbo, nacque – e Beppe Fenoglio: fu terra di grande povertà, è ancora terra dura, luogo di fatica ma anche di natura selvaggia e affascinante, uno scrigno di biodiversità. Per immergersi al meglio in questo clima, in questa cultura, in queste tradizioni un giro sul sito Alta Langa, ultima frontiera è utilissimo e davvero interessante. Continua la lettura di Sorgenti del Belbo: dove l’Alta Langa diventa regno delle orchidee