Archivi categoria: Italia

La bellezza e la cautela del lupo al Centro faunistico di Entracque: VIDEO


Dove vedere il lupo e conoscere tutto a proposito di questo animale, dal punto di vista naturalistico ma anche sociale? A Entracque, in provincia di Cuneo, nella Valle Gesso, c’è il Centro faunistico Uomini e Lupi: ecco la prova nel video! Ovviamente, non è una scena di caccia, che nel recinto faunistico non esiste. Ma possiamo ammirare ugualmente alcune interessanti caratteristiche del lupo: a partire dalla circospezione con cui si avvicina al cibo, controllando prima tutta la zona, e tenendosi a distanza da noi uomini che lo stiamo ammirando da una torretta rendendolo attentissimo  poco propenso ad avvicinarsi nella nostra direzione. E’ il momento della pappa per il lupo (anzi, della lupa: si chiama Emilia) al Centro faunistico Uomini e lupi di Entracque (Cuneo). Lei e il suo compagno Ormea – formano Continua la lettura di La bellezza e la cautela del lupo al Centro faunistico di Entracque: VIDEO

Conoscere la vipera anche per non avere problemi nelle escursioni VIDEO


Anche questa è natura: la vipera è un animale molto diffuso in Italia (non c’è soltanto in Sardegna) e in parte dell’Europa (dai Pirenei a una piccola parte della Germania, passando per tutto il centro-sud della Francia, la Svizzera occidentale). Tra i rettili è probabilmente uno dei più visibili perché il suo metabolismo la porta ad essere meno ‘accorta’ di altri serpenti, che fuggono dall’uomo molto prima di essere visti. La vipera ha un andamento non veloce e un po’ goffo. Contrariamente a quanto si pensa non è aggressiva e fugge appena si accorge della nostra presenza. Morde quando viene disturbata. Semplici cautele, come osservare bene il terreno o le rocce prima di appoggiarvisi, fare un po’ di rumore, servono ad evitare spiacevoli Continua la lettura di Conoscere la vipera anche per non avere problemi nelle escursioni VIDEO

Natura, cultura e multimedia: il lupo e le mille scoperte al Parco delle Alpi Marittime

Stambecco100Primavera, tempo di gite e voglia di natura. E tempo di programmazione per le vacanze estive. Scopriamo quindi una destinazione spettacolare, ma più conosciuta e apprezzata – al momento – dai turisti stranieri (francesi e tedeschi su tutti) che dagli italiani: il Parco delle Alpi Marittime. Siamo in valle Gesso, nel sud-ovest del Piemonte, provincia di Cuneo, a un’ora e mezza da Torino e Genova. Zona di straordinario pregio botanico e faunistico, per le particolari condizioni climatiche e geomorfologiche (siamo a 40 chilometri dal mare, in linea d’aria: nelle giornate migliori, dalle vette si vede il Tirreno). Questa è stata per circa 80 anni (dal 1855 agli Anni ’30 del ‘900) la destinazione principale per le vacanze estive dei Savoia, del re, della sua famiglia e della sua corte: caccia e pesca le ragioni principali dei viaggi. E questo è stato un elemento fondamentale per preservarne l’ambiente, flora e fauna. Perché il re Continua la lettura di Natura, cultura e multimedia: il lupo e le mille scoperte al Parco delle Alpi Marittime

Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Da un mese circa si è risvegliata dopo l’ibernazione invernale. E’ la marmotta, uno degli animali più diffusi e facili da osservare in montagna, un simbolo della fauna alpina che chiunque faccia una passeggiata sopra i 1500 metri può osservare. Tipica delle praterie alpine, la simpatica, buffa e bellissima marmotta vive quindi dove non ci sono più alberi, in zone erbose intercalate da massi o arbusti. Preferisce le zone più calde (per quei territori) e soleggiate. Essendo un animale sociale, sono frequenti gli avvistamenti di giochi o piccole zuffe come nella gallery – realizzata a fine aprile nella Valle Gesso della Barra, Parco delle Alpi Marittime, sulle Alpi occidentali – che potete sfogliare al fondo dell’articolo. Questo è il periodo degli accoppiamenti. Il parto avverrà poi a giugno, in tempo per Continua la lettura di Sulle Alpi riparte il ciclo vitale della marmotta: accoppiamenti, giochi e zuffe

Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Una coppia di Morette: l'osservazione dell'avifauna in primavera attira famiglie e appassionati
Una coppia di Morette: l’osservazione dell’avifauna in primavera attira famiglie e appassionati

E’ boom per il turismo naturalistico in Italia. I viaggi – di varia durata – legati alla natura, al verde e all’aria aperta conquistano numeri davvero straordinari, sia in termini assoluti che paragonati alla situazione di molti altri settori economici: +21% del fatturato che nel 2014 raggiunge la cifra di 11,9 miliardi, con 102 milioni di presenze. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti basata sui rapporti Ecotur dal 2007 ad oggi, che prevede un’ulteriore crescita per il 2015. Sono soprattutto due gli elementi che contribuiscono a spiegare questo boom: l’accresciuta sensibilità e passione per la natura e gli effetti della crisi, quindi la necessità/volontà di ricercare soluzioni più abbordabili e sostenibili per quello che riguarda i costi. E la stagione che stiamo vivendo, la primavera, è la privilegiata per Continua la lettura di Boom per il turismo naturalistico in Italia: +21% nel fatturato 2014

Operazione Rondò, ecco come aiutare Forestale e Lipu a censire le rondini

La primavera sta rapidamente mettendosi in moto. Ovunque giriamo la testa ce ne accorgiamo: fiori, germogli, uccelli… E sono più frequenti anche le ‘uscite’, le gite, le escursioni, i weekend, i viaggi. E le rondini, che della primavera sono uno dei simboli più popolari, sono al centro del progetto realizzato dal Corpo forestale dello Stato e dalla Lipu (Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli), che pone l’attenzione sulla tutela del loro ambiente di vita, coinvolgendo tutti noi. L’obiettivo è quello di provare a contrastare il declino della loro presenza attraverso la scoperta e la conoscenza delle diverse specie che attraversano i nostri cieli. Negli ultimi 10 anni, infatti, la Continua la lettura di Operazione Rondò, ecco come aiutare Forestale e Lipu a censire le rondini